Rapito esperto di criptovalute, riscatto pagato in bitcoin

Trader bitcoin rapito

Contenuto

    Cronaca È stato scoperto in Italia l'autore di una delle più grandi truffe compiute con una cryptovaluta Un colpo da milioni di euro compiuto permettendo agli hacker di saccheggiare una piattaforma per lo scambio di 'Nano' Xrp.

    La polizia postale ha individuato trader bitcoin rapito un fiorentino di 34 anni il responsabile di un "buco" di milioni di euro sulla piattaforma informatica hackerata "Bitgrail" con cui sono stati truffati oltre mila risparmiatori. L'uomo è accusato di frode informatica, auto-riciclaggio e bancarotta fraudolenta. Gli investigatori della Polizia Postale di Firenze e della Sezione financial cybercrime del Servizio centrale della Polizia Postale in Roma, della Guardia di Finanza della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Firenze, gli hanno notificato la misura cautelare del divieto di esercitare attività d'impresa e di ricoprire uffici direttivi di imprese.

    trader bitcoin rapito capitalizzazione di mercato btc

    Il provvedimento emesso dal gip di Firenze, Gianluca Mancuso, riguarda l'amministratore unico di una società italiana che gestisce una piattaforma di scambio di cryptovalute.

    Per la prima volta in Italia e in Europa sono state documentate frodi a danno di investitori compiute integralmente su piattaforme informatiche e con l'impiego di monete virtuali.

    L'attività si inquadra in una più ampia strategia finalizzata al contrasto alla criminalità economica ed in particolare degli illeciti arricchimenti attraverso l'utilizzo indebito di piattaforme online e di strumenti informatici che, secondo gli inquirenti, sono in crescente aumento.

    trader bitcoin rapito redditizia minatore bitcoin

    L'indagine ha preso il via nel febbraio deldopo la denuncia presentata dall'amministratore unico della piattaforma di exchange, per il furto di un'ingente somma in cryptovaluta "NANO" XRP per un controvalore di circa milioni di euro, realizzato sfruttando un bug del protocollo Nano e compiendo transazioni illecite, tutte relative a gennaio L'uomo era già noto agli investigatori ai quali forniva Bitcoin per pagare i 'riscatti' delle vittime di cryptolocker.

    Gli inquirenti hanno cominciato a sospettare di bitcoin admin fin dalle prime battute trader bitcoin rapito indagini, nonostante collaborasse per non lasciare intendere di essere coinvolto nella vicenda.

    trader bitcoin rapito 60000 btc spostata

    Nel tenere aperta la piattaforma, nonostante avesse individuato i prelievi illeciti di Nano Moneta, e non informando il Team Nano, la community e gli users degli ammanchi verificati, quanto meno dei prelievi di ingente quantità avvenuti a luglio ed ottobrel'uomo ha continuato ad attrarre nuovi utenti, passati nell'arco di pochi mesi da E questo pur essendo consapevole della mancanza di fondi in XRB sufficienti alla copertura dei wallets personali delle migliaia di utenti della piattaforma, su scala mondiale, procurando a sé un ingiusto profitto corrispondente ai profits ricavati dai depositi e dal trading, in vertiginoso aumento nel periodo intercorrente tra dicembre e febbraio proprio in corrispondenza dell'exploit dell'XRB Nano sul mercato.

    Gli trader bitcoin rapito per acquistare XRB Nano, nel periodo tra il 1 dicembre e il 28 febbraiohanno movimentato e versato Bitcoin per un valore equivalente a milioni e mezzo di euro.

    Dopo aver consegnato ai suoi aguzzini tutti i fondi a lui disponibili in quel momento Cheng ha anche indicato l'attore tailandese Chano Pemberger come proprietario del camioncino in cui è stato trasportato. La polizia tailandese avrebbe identificato l'attore come sospettato, in attesa di ulteriori indagini. I rapitori avrebbero poi torturato Cheng e richiesto un riscatto di 1 milione di dollari di Singapore

    A tale afflusso e alle conseguenti operazioni è corrisposto l'aumento delle commissioni del presunto truffatore. Gli investigatori, con la collaborazione dei funzionari dell'Uif Unità di Informazione Finanziaria della Banca d'Italia e della Sezione di PG della Procura di Firenze hanno accertato che tre giorni prima della presentazione della denuncia, l'uomo aveva trasferito sul proprio conto personale, incardinato presso trader bitcoin rapito società di digital currency exchanger "The Rock Trading S.

    Valori che l'uomo, nel mese di maggioin parte ha trasformato in moneta legale convertendola nella somma di mila euro attraverso operazioni di trading.

    trader bitcoin rapito avvia bitcoin business

    Più volte ha cercato di prelevare per "svuotare" il conto, ma l'intervento dei titolari dell'indagine lo hanno impedito sequestrando tutti i conti dell'indagato, comprese le risultanze trader bitcoin rapito cryptomoneta fino al controvalore di milioni di euro.

    Secondo gli inquirenti si è trattato di un'operazione senza precedenti, eseguita per la prima volta in Europa con tecniche innovative trader bitcoin rapito Polizia Postale e delle Comunicazioni di Firenze, attraverso l'ideazione di un protocollo per il trasferimento della criptomoneta poi messa trader bitcoin rapito sequestro.

    trader bitcoin rapito ultimo generatore bitcoin

    Articoli correlati Attacco hacker: Zingaretti, abbiamo i dati di backup Il presidente della Regione Lazio: "Gli operatori non sono riusciti ad accedere ai dati del backup". La notizia è stata confermata all'AGI anche da fonti investigative.